This post is also available in: itItaliano

Napoli, 24 febbraio  2016 – Il 26 febbraio, presso  Soluzioni Virtuali Spazio Co-Working,  sito in Via Emanuele Gianturco n.66 Napoli  si terrà la prima edizione del Lean DAY.

Un’occasione per far tesoro di best practice organizzative e per trovare spunti interessanti per espandere il proprio business, prendere contatti con altre aziende e per confrontare la propria esperienza con quella di altre realtà.

 La maggior parte dei nuovi business sembra fatalmente destinata al fallimento.Le cause sono innumerevoli, dall’instabilità dei mercati agli errori di valutazione dei promotori, ma molti insuccessi si possono prevenire.

La metodologia Lean è un approccio radicale per il lancio di tutte le iniziative innovative che vogliono individuare un percorso verso un business sostenibile, riducendo drasticamente tempi e costi e, di conseguenza, le probabilità di fallire.

Il Lean Day è un workshop in cui i ragazzi impareranno, a livello sia teorico ma soprattutto pratico, ad usare i metodi e le tecniche della Lean Startup per creare un prodotto che i futuri clienti vogliano già comprare! 

Nel più breve tempo possibile, senza spreco di risorse economiche!

L’evento è stato organizzato da Lean Startup Napoli  un collettivo di esperti di tecnologia e comunicazione digitale che hanno l’obiettivo di diffondere la metodologia Lean e fornire gli strumenti per far crescere business innovativi.

Grazie alla sponsorizzazione della Con-tra Spa è stata data l’opportunità a dieci giovani ragazzi selezionati da Informatici Senza Frontiere e dal Centro Hurtado di partecipare alla giornata di formazione gratuitamente.

Ermanno Giamberini, AD di Con-tra Spa – ”Con-tra Spa crede fermamente nel fatto che un’impresa abbia sempre una forte responsabilità sociale nei confronti del territorio sul quale opera ed al quale è legata. Tale responsabilità si concretizza attraverso forme di sostegno che aiutino la crescita del territorio stesso , dei suoi giovani , delle sue energie, delle sue idee, e contribuiscano a stravolgere l’assunto in base al quale nella nostra regione “non è possibile fare”. Questa forma di sostegno, alla fine, oltre al suo valore etico, contribuisce a realizzare un circolo virtuoso, perché un territorio che cresce porta benefici a tutta la comunità che lo abita e quindi anche a chi contribuisce a farlo crescere.Per questo siamo felici della possibilità, che ci è stata data, di supportare dei ragazzi meritevoli, selezionati per partecipare al Lean Day.”

Paolo Lubrano  Consigliere di Informatici Senza Frontiere  – “I ragazzi sono stati selezionati nell’ambito della collaborazione di ISF con il Centro Hurtado di Scampia. Con loro abbiamo appena concluso un progetto di formazione specialistica grazie ad una multinazionale (SAP) che ha finanziato un corso su un software gestionale, con la speranza che riesca ad aumentare le opportunità lavorative.  Per quella che è la nostra esperienza le competenze di base ci sono, non a caso il progetto è stato fatto a Scampia dove c’è un ottimo ITIS, il Ferraris, che fornisce le basi a chi vuole lavorare nel settore IT, purtroppo lo stesso quartiere è povero di occasioni (e non solo il quartiere). In sintesi le conoscenze andrebbero condivise insieme alle best-practice, e questo è proprio il senso delle iniziative come la vostra, con la sponsorizzazione della loro partecipazione. Tutto ciò però non basta, alla condivisione delle conoscenza si dovrebbe aggiungere quella delle esperienze espletata con un minimo periodo lavorativo per capire cos’è e come funziona un’azienda o con un’azione (tutoraggio) che possa aiutarli nel capire come trasformare le loro idee e ambizioni in un’opportunità.”