This post is also available in: itItaliano enEnglish (Inglese)

A far data dal 1 luglio 2016 sarà obbligatorio, IN TUTTO IL MONDO, accompagnare ogni contenitore in export con una prova di pesatura certificata firmata dal caricatore pena il mancato imbarco o addirittura il mancato ingresso nel terminal portuale.

La ragione sta nel fatto che ci sono stati negli ultimi anni frequenti cedimenti strutturali in navigazione di navi portacontenitori ed incidenti gravi in mare, la cui causa è stata poi scoperta essere un carico di containers il cui peso reale era molto superiore a quello dichiarato. Le nuove norme sono state codificate dall’ISO (International Standard Organization ), organismo dell’ONU, ed inserite nell’ambito della convenzione SOLAS (Safety of Life At Sea) che è la convenzione internazionale nata nel 1960 per tutelare la salvaguardia della vita umana in mare.

Al momento non siamo ancora in possesso di notizie precise circa le modalità di applicazione di questa normativa in Italia e dei costi coinvolti in quanto l’ente italiano competente in materia di sicurezza in mare  (Corpo delle Capitanerie di Porto / Guardia Costiera) non ha ancora emanato la circolare applicativa.  Sarà ovviamente cura della Contra  fornire tutti i dettagli non appena il provvedimento verrà pubblicato